Blog

Guardo il mondo attraverso i vetri e penso che la primavera ci è stata rubata. Il ciliegio del giardino di fronte è in fiore e con la memoria vado alle bellissime passeggiate nei boschi, sulla pista ciclabile o sulla via per il Forte d’Orino. Devono ancora attendere, non è ancora il momento, ma torneranno.Poi mi viene in mente che faremo il pranzo di Pasqua solo noi in famiglia per la prima volta dopo tanti anni
Prossimi eventi
In questo momento ci saranno moltissimi nonni che non vedono i nipotini: magari grandi e piccoli vivono nella stessa città, magari addirittura nello stesso quartiere ma adesso è come se fossero distanti anni luce.Ecco che i bambini salutano i nonni facendo lunghe telefonate e raccontando le loro infinite giornate trascorse tra giochi, libri, TV e compiti. Per i nonni più pratici e tecnologici anche le video-chiamate per colmare la lontananza. Per consolarci Catia, mamma di
Ricette
Alle prese con una didattica fatta di bit Ovviamente no, per DAD si intende Didattica a Distanza, ma mentre l’acronimo ormai è noto a tutti, forse è un po’ meno chiaro come si realizza nella pratica la DAD. Il Ministero dell’Istruzione mette a disposizione degli Istituti link, risorse e suggerimenti sulle piattaforme da utilizzare ma, come si suol dire: “tra il dire e il fare c’è di mezzo…un oceano!” Tantissimi gli sforzi finora.Da parte dell’Istituto
Prossimi eventi
19 marzo 2020. In questi tempi di “quarantena familiare” (se la scuola manca anche a te leggi qui!) la festa del papà assume un significato tutto nuovo. Carissimo bimbo, carissima bimba,quest’anno il papà non sarà via per un viaggio di lavoro,niente coda in auto al ritorno dall’ufficionon ti avrà dato il bacio della buonanotte prima di andare a giocare a calcetto,niente riunione di condominio,niente apericena con gli amici,se proprio non riesci a trovarlo potrebbe essere
Prossimi eventi
Cari i nostri piccoli Camaleonti, Pappagalli, Scimmiette e Pantere, questi giorni di lontananza forzata, che inevitabilmente ci terranno separati ancora per un po’, ci hanno fatto sentire fortemente la vostra mancanza. È strano trovarsi da un giorno all’altro a non poter più condividere con voi tutti quei bei momenti che ogni giorno passavamo insieme, dalla mensa un po’ caotica dove ci salutavamo tutti con un abbraccio, un bacio o una stretta di mano (gesti che
Prossimi eventi