Chiedi alla mamma!

0
559

“Papà dov’è il quaderno di italiano che mi serve per domani?”
“Non l’ho mica visto! Chiedi alla mamma!”
“Papà che scarpe devo mettere per andare a giocare giù in giardino?”
“Sai che non mi ricordo? Devi chiedere alla mamma!”
“Papà qual è la password per la video-lezione?”
“Non la so, l’ha cambiata la mamma!”
“Papà avete comprato i biscotti che mi piacciono tanto?”
“Ma insomma! Che cos’è? Un’interrogazione? Lo sai che per queste cose devi chiedere alla mamma!”

Quante volte ci capita in casa di sentire questo tipo di discorsi.
Certo, ad una prima occhiata il papà non ne esce tanto bene: smemorato, distratto, privo di qualunque tipo di memoria che non sia a breve termine e che gli consenta di ricordare l’indispensabile prima che sia troppo tardi.

Però, se ci riflettiamo un attimo, potremmo arrivare alla conclusione che sia un comportamento normale: in realtà tanti papà, moltissimi papà, fingono di non ricordare le cose per conferire alla mamma un’importanza monumentale.
Non che ne abbia bisogno, naturalmente. Ma sono i padri che sentono il bisogno quasi istintivo di scovare ogni stratagemma per valorizzare e confermare più e più volte la qualifica di “regina della famiglia” della mamma.

Okay… non attacca neanche questa argomentazione…mi arrendo.
Alla fine, comunque, se esiste la Festa del Papà un motivo ci sarà vero?
E il motivo è che vogliamo festeggiare questi papà un po’ distratti, pasticcioni, spesso inconcludenti, qualche volta stralunati ma di sicuro stra-innamorati dei propri bambini.
E che farebbero qualsiasi cosa per loro, anche quello che non avrebbero mai creduto possibile.

Non ci credete? Provate a prendere un papà a caso e chiedergli se non sia disponibile oggi stesso, anzi proprio adesso, a portare il suo campione al campetto a fare due tiri a canestro o la sua principessa a raccogliere margherite nel prato.
Come dite? Papà adesso è occupato?
Beh…allora…chiedi alla mamma!

Foto di Olya Adamovich da Pixabay

CONDIVIDI
Articolo precedenteIo e il mio papà

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here